10.1.12

Davide Manca direttore della fotografia

Tra i mestieri del cinema un ruolo fondamentale va assegnato al direttore della fotografia: la luce è una componente fondamentale di un film, senza la luce la magia sul grande schermo non prende vita.
Davide Manca è stato qualche anno fa studente di cinema presso il nostro ateneo e ha frequentato i corsi di formazione professionale di alfea cinematografica, dedicati alle professioni delle spettacolo, dove ha scoperto il suo interesse per la fotografia. E' stato anche allievo di Oliviero Toscani all'interno del laboratorio creativo della "Sterpaia" e ha completato i suoi studi al Centro Sperimentale di Cinematografia con un "maestro" come Giuseppe Rotunno.
Come succede spesso nel nostro paese un buon curriculum professionale non aiuta a trovare subito un lavoro. Nel cinema ancora di più, per questo Davide Manca, insieme ad altri allievi del Centro Sperimentale ha fondato la casa di produzione Kimerafilm che è riuscita a realizzare Et in terra pax distribuito da Cinecittà Luce.
Un'opera prima di grande impatto emotivo, un gioiello di narrazione che difficilmente si dimentica. Così si è espressa la critica a proposito di Et in terra pax, film rivelazione alle ultime Giornate degli Autori veneziane, che racconta le vite parallele dei protagonisti: Marco, dopo cinque anni passati in carcere, cerca di vivere un'esistenza normale, di riappropriarsi di quanto ha perso. Sonia, studentessa universitaria, lavora nel bar di Sergio e cerca di rendersi indipendente.
Date queste premesse il cineclub Arsenale ha deciso di iniziare il 2012 dando spazio al giovane direttore della fotografia. Davide Manca, Giovedi 12 alle 20.30 presenta Et in terra pax, il suo primo lavoro di fotografia in un lungometraggio.

Nessun commento: